domenica 3 ottobre 2010

ciambella da colazione

Girando per i blog in cerca di novità, come al solito mi sono fermata da lui e ho trovato una ciambella di veloce realizzazione:
  • 420 gr. farina o
  • 80 gr. fecola
  • 200 gr. burro morbido
  • 125 gr. latte
  • 115 gr. zucchero
  • 100 gr . cioccolato fondente a pezzetti
  • 2 uova
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • un pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di limone
  • 1\2 bacca di vaniglia
Nella planetaria con la foglia mescolare la farina con la fecola e il lievito. Aggiungere il burro a pezzetti fino a sabbiare. A parte mescolare tutti gli altri ingredienti, unirli nella planetaria e farli amalgamare completamente. Assemblare il composto ottenuto a mo' di pagnotta, sulla teglia del forno rivestita di carta da forno. Cospargere la superficie del dolce con del zucchero di canna grezzo e infornare a 190° per 10' e a 170° per 30'.








gelato al pistacchio

Ho visto spesso pubblicata questa ricetta ma sinceramente tra tutte preferisco questa, trovata sul sito di Bronte :
  • 200 gr. latte
  • 200 gr. panna
  • 100 gr. pistacchi di Bronte
  • 2 uova
  • 70 gr. gr. zucchero di canna
Far scaldare il latte. Montare a crema le uova con lo zucchero, unire al latte, mettere su fuoco basso . appena accenna al bollore spegnere il fuoco e far raffreddare. Nel frattempo ridurre i pistacchi a crema aggiungendo un paio di cucchiai di panna, unirli alla crema raffreddata. Far riposare un paio d'ore in frigo, aggiungerci la panna leggermente montata e mettere in gelatiera.







canederli alla rapa rossa

Ecco finalmente un po' di tempo da dedicare al blog ! Questa estate in Val Zoldana ho mangiato i canederli in una versione che non conoscevo, con la rapa rossa. E' stato amore a primo assaggio ! ho subito cercato su internet la proporzione degli ingredienti e ho deciso per questa :
  • 100 gr. rapa rossa bollita
  • 1 piccola cipolla
  • 300 gr. pane raffermo tostato e a dadini
  • 2 uova
  • 1\4 di latte
  • 2 cucchiai di farina
  • sale
La rapa va bollita e tritata finemente. Il pane raffermo o pancarrè va tostato così assorbe meglio il latte. La cipolla va fatta appassire in un po' d'olio. In una terrina capiente si amalgamano tutti gli ingredienti e si lascia riposare in frigo 10'. Si formano delle palline e si cuociono in brodo per 20' circa. Il condimento ideale è del burro fuso, salvia, formaggio grattugiato e scaglie di ricotta affumicata.








mercoledì 16 giugno 2010

panbrioches per un dolce risveglio

Una buona colazione fa felice il risveglio di grandi e piccoli. Ecco una ricetta, presa qui, rifatta come al solito con il lievito madre:
per uno stampo grande da plumcake
  • 315 gr. farina forte
  • 75 gr. burro morbido
  • 75 gr. zucchero
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 75 gr. latte
  • un pizzico di sale
  • 100 gr. lievito madre
  • 1 cucchiaino di malto di riso
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 1 albume per spennellare
Nella ciotola dell'impastatrice sciogliere il lievito madre, riattivato due volte, con un po' di latte , aggiungere una manciata di farina e lasciar amalgamare. Poi 1 tuorlo, far amalgamare, metà dello zucchero, far assorbire. Aggiungere ancora un po' di farina, poi l'uovo e lo zucchero rimasto. Alternare latte e farina fino ad esaurimento. Mettere il sale e , ad incordatura avvenuta, aggiungere gli aromi e il burro a pezzetti. Attendere 40', mettere in un contenitore ermetico e porre in frigo 8 ore. Portare a temperatura ambiente 30', dare un giro di pieghe tipo 2 e coprire 30'. Formare una palla e metterla nello stampo. far lievitare fino al raggiungimento del bordo (io ho formato che era sera, ho messo in frigo fino al mattino, ho portato a temperatura ambiente 1 ora e poi ho infornato). Spennellare con albume, cospargere con zucchero di canna grezzo, cuocere a 180° per 45'.


giovedì 10 giugno 2010

torta salata

Ho già pubblicato la ricetta della finta sfoglia, ma l'altro giorno Big Shade ha fatto una torta salata super e ho voluto provarla. Vi rimando al suo blog e vi posto solo la foto, provare per credere!.

mercoledì 9 giugno 2010

bicchierini misti ed è subito festa !

E' da un po' che devo pubblicare questo post, ma non ne ho avuta occasione. A fine maggio riunisco i parenti per festeggiare il compleanno delle mie tre "creature". Per l'occasione mi sono cimentata in bicchierini di mousse, approfittando del fatto che mi hanno procurato i pistacchi di Bronte. Ho fatto quindi una mousse ai pistacchi e una al cioccolato bianco che ho trovato da Ely.
Per 6 bicchierini di mousse al pistacchio con gelatina di fragole:
  • 125 gr. panna fresca
  • 1 albume
  • 60 gr. pistacchi
  • 15 gr. zucchero
  • 1 cucchiaino raso di agar
per la gelatina di fragole
  • 4 cucchiai di fragole a pezzetti
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1/2 cucchiaino scarso di agar agar
  • 2 cucchiai di succo di limone
Montare l'albume a neve aggiungendo lo zucchero a filo. Portare a bollore un pentolino di acqua, salare e tuffarci qualche minuto i pistacchi, scolarli e pelarli. Passarli al frullatore in modo da ridurli in crema aggiungendo un paio di cucchiai di panna. Montare il resto della panna. Aggiungere l'agar agar alla crema di pistacchi, mescolare e passare al colino. Incorporarvi la panna montata e l'albume montato, versare nei bicchierini e mettere in freezer. Nel frattempo preparare la gelatina di fragole, cuocendole con il succo del limone e l'agar agar, passare al setaccio e far raffreddare. Togliere i bicchierini dal freezer, versarci la gelatina di fragole e tenere in frigo fino al momento di servire. Decorare a piacimento con una fragola intera o dei pistacchi tostati.

Bicchierini di mousse al cioccolato bianco con crumble e fragole (circa 8 bicchierini)
  • 200 gr. cioccolato bianco
  • 300 gr. panna
per il crumble
  • 100 gr. burro
  • 100 gr. zucchero
  • 100 gr. farina 0
  • 100 gr. farina di mandorle
  • un pizzico di sale
Lavorare il burro con lo zucchero, unire la farina, quella di mandorle e il sale. Con la punta delle dita sfregare gli ingredienti fino ad ottenere delle briciole da mettere nella leccarda rivestita di carta da forno. Lasciare asciugare a temperatura ambiente circa 2 ore. Cuocere a 165° per 20/25 minuti.
Per la mousse far sobbollire 60 ml di panna. A parte fondere a bagnomaria il cioccolato bianco (la temperatura dell'acqua non deve superare i 60°) a fuoco basso. Montare a neve i restanti 240 ml di panna. Quando il cioccolato è sciolto aggiungere la panna calda e far raffreddare a 30°, unire quindi la panna montata. Mettere in frigo almeno 1 ora. Nei bicchierini mettere uno strato di crumble, uno di mousse e continuare così fino a riempire il bicchiere. Terminare con crumble e una fragola.

panini all'olio

Mi serviva una ricetta per fare dei panini morbidi da utilizzare nelle lunghe camminate in montagna (e che quindi fossero anche leggeri!). Dove andare a cercare? Naturalmente da lui, ma utilizzando il lievito madre.
per circa 24 panini
  • 1 kg farina da pane
  • 580 gr. acqua
  • 70 gr. olio evo
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 cucchiaio di malto
  • 20 gr. lecitina di soia
  • 500 gr. lievito madre riattivato 2 volte
Frullare e sciogliere in poca acqua tiepida la lecitina, unirla a 2/3 della farina, il lievito madre e avviare l'impastatrice con la foglia a vel.1. Aggiungere 2 cucchiai di olio e il sale, una volta assorbiti alternare farina e acqua fino ad esaurirli. Aumentare la velocità a 1,5 e inserire a filo l'olio, terminare con il gancio ad uncino a vel.2 per pochi minuti, formare una palla e coprire. Dopo 30' trasferire in frigo fino a sera (abbiamo impastato verso mezzogiorno), tirare fuori dal frigo 1 ora prima di dividere in porzioni da 80/100 gr. Formare delle palline, metterle nella placca del forno rivestita con carta ,far raddoppiare, pennellare con olio e cuocere a 220° con vapore i primi 10' e terminare a 180° senza l'acqua. Si possono congelare appena raffreddati.