domenica 3 ottobre 2010

ciambella da colazione

Girando per i blog in cerca di novità, come al solito mi sono fermata da lui e ho trovato una ciambella di veloce realizzazione:
  • 420 gr. farina o
  • 80 gr. fecola
  • 200 gr. burro morbido
  • 125 gr. latte
  • 115 gr. zucchero
  • 100 gr . cioccolato fondente a pezzetti
  • 2 uova
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • un pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di limone
  • 1\2 bacca di vaniglia
Nella planetaria con la foglia mescolare la farina con la fecola e il lievito. Aggiungere il burro a pezzetti fino a sabbiare. A parte mescolare tutti gli altri ingredienti, unirli nella planetaria e farli amalgamare completamente. Assemblare il composto ottenuto a mo' di pagnotta, sulla teglia del forno rivestita di carta da forno. Cospargere la superficie del dolce con del zucchero di canna grezzo e infornare a 190° per 10' e a 170° per 30'.








gelato al pistacchio

Ho visto spesso pubblicata questa ricetta ma sinceramente tra tutte preferisco questa, trovata sul sito di Bronte :
  • 200 gr. latte
  • 200 gr. panna
  • 100 gr. pistacchi di Bronte
  • 2 uova
  • 70 gr. gr. zucchero di canna
Far scaldare il latte. Montare a crema le uova con lo zucchero, unire al latte, mettere su fuoco basso . appena accenna al bollore spegnere il fuoco e far raffreddare. Nel frattempo ridurre i pistacchi a crema aggiungendo un paio di cucchiai di panna, unirli alla crema raffreddata. Far riposare un paio d'ore in frigo, aggiungerci la panna leggermente montata e mettere in gelatiera.







canederli alla rapa rossa

Ecco finalmente un po' di tempo da dedicare al blog ! Questa estate in Val Zoldana ho mangiato i canederli in una versione che non conoscevo, con la rapa rossa. E' stato amore a primo assaggio ! ho subito cercato su internet la proporzione degli ingredienti e ho deciso per questa :
  • 100 gr. rapa rossa bollita
  • 1 piccola cipolla
  • 300 gr. pane raffermo tostato e a dadini
  • 2 uova
  • 1\4 di latte
  • 2 cucchiai di farina
  • sale
La rapa va bollita e tritata finemente. Il pane raffermo o pancarrè va tostato così assorbe meglio il latte. La cipolla va fatta appassire in un po' d'olio. In una terrina capiente si amalgamano tutti gli ingredienti e si lascia riposare in frigo 10'. Si formano delle palline e si cuociono in brodo per 20' circa. Il condimento ideale è del burro fuso, salvia, formaggio grattugiato e scaglie di ricotta affumicata.